ENG
 

RC81 - mX4M mobilità per Mare Museo Mito Montagna

La proposta punta a superare l’idea del museo come contenitore di reperti sapientemente catalogati e destinati ad una fruizione tradizionale che si conclude all’interno del museo, per affermare un museo con una doppia funzione:

NEL MUSEO DEI LUOGHI: vetrina proiettata verso il territorio. Un’anteprima di una ricchezza archeologica che si può scoprire solo attraversando i luoghi (si prevede: la realizzazione di istallazioni interattive; la creazione di un portale che consenta di costruire tutto il viaggio; servizi di consulenza e guida per la scoperta del luoghi; linea di prodotti di merchandising museale prodotti da artigiani dell’area grecanica, progettati in collaborazione con giovani creativi).

IN MARE: nuova centralità d’eccellenza per l’archeologia subacquea. Un laboratorio specializzato – da realizzarsi presso il museo di Locri – un punto di riferimento per la ricerca e la sperimentazione di nuovi metodi, tecniche e modalità per la salvaguardia, il trattamento e la fruizione dei beni archeologici custoditi dal mare.


Alle due funzioni se ne aggiunge una terza che “permette” le prime due:

TRA I LUOGHI: S.U.M.M. - Smart Users Mobility Models. Attraverso mappe interattive e percorsi multimediali, il viaggiatore conosce e sceglie i percorsi da fare e le opzioni offerte da un sistema di mobilità intermodale e personalizzabile a “velocità diversificata”. Il visitatore ha a disposizione la scelta di mezzi e modalità: bus per gruppi, piccoli bus e auto con o senza conducente utilizzabile in modalità sharing o individuale, biciclette e cavalli per spostamenti e escursioni, barche a vela o a motore o canoe, per spostamenti tra siti costieri. 
 

<< Torna indietro